14 aprile 2011

Progetto Orto: aprile

14 aprile

abbiamo iniziato con il trinciare metà sovescio, così
da mettere a dimora le prime piante, piselli e fagioli. Stiamo aspettando la pioggia (non piove bene da diverso tempo adesso) per distribuire il cornoletame che accelera lo smaltimento della sostanza organica che abbiamo tagliato. Intanto abbiamo piantato e messo i bastoni con il filo di sostegno per le rampicanti. Purtroppo c'è stato il primo problema: avevamo gà messo i fagioli con i bastoni e i fili che il giorno dopo sono stati trovati spezzati e a terra. Cosa dire, qualche essere invidioso con reconditi sogni di vendetta non ha resistito al suo istinto cruento...




Nel frattempo stiamo mandando avanti una variante dell'orto biodinamico,
un orto sinergico, ma con questo siamo ancora agli albori, diciamo che abbiamo creato una spirale solo con l'erba tagliata attorno e da 5 mesi è li, aspettiamo che diventi terra per piantare. Sarebbe dovuta essere creata con la terra, ma come dicevo stiamo sperimentando.
Questo progetto, oltre a fornirci di verdure fresce, vuole essere un esperimento. Innanzitutto sociale, poi di orticultura da inesperti!
Era un progetto aperto alla collaborazione di altri, ma solo Roberto mi ha assistito nella mia pazzia, forse perchè è pazzo come me!!
Il giardino sta diventando man mano sempre più strutturato e piacevole e con le belle giornate diventa una vera salvezza rintanarsi nel verde e scaricarsi i nervi lavorando.
A fra poco anche i picnic!!

1 commento:

roberto ha detto...

zappare è un attività abbastanza completa. ho cominciato a zappare "con il polso". Spero entro breve de "zappà cu'l'anima". L'anima almeno delle mie spalle...

ieri -dopo la nostra prima vera sessione lunga- mi faceva male un pò tutto. i postumi dolenti hanno avuto vita breve. buon segno.

non piove e sotto pasqua è poco sociale aspettarsi un bel diluvio.
il giorno di pasqua il meteo così prevede. a proposito di acqua mi va di far confluire l'acqua piovana in uno o più recipienti.

il problema relativo estetico, architettonico, tecnico (non ci sono tettoie integre nelle vicinanze) si presenta molto interessante.

a proposito di soluzioni por el "buen vivir"... l'erba, le erbe trinciate fanno tanto buon materiale per dare forma a dei giacigli, o sedute "modellabili"
il primo esperimento in corso è una poltroncina con forma di rampa spiraliforme... quasi na lumaca.

sempre a proposito di b. v. la poltroncina "decresce" naturalmente, per via dell'essicazione della "verdura"; inoltre, sempre per l'essicazione ma anche per la forza modellatrice del vento le curve e gli spigoli o gli angoli si arrotondano. un buon simbolo per i fan di Latouche

http://www.decrescita.it/joomla/index.php/community/eventi/details/17-apre-la-scuola-permanente-della-decrescita-a-burolo-to

comunque la palma della vittoria di attività vegetativa nel nostro orto va al PESCO. sembrava non aspettasse altro che mettere radici e crescere, crescere.

a presto rkp